fbpx

Evacuare ORA – abbiamo posto!

Il giorno 10 ottobre alle 14:30 scenderemo in strada a Berna (Piazza Federale) per chiedere l’immediata ammissione delle persone del campo Moria e la fine della situazione disumana alle frontiere dell’UE!

La situazione alle frontiere esterne europee si aggrava. Il campo profughi Moria – la vergogna dell’Europa – è bruciato completamente il 9 settembre. Dopo l’incendio la gente non è stata aiutata. Invece, i*le rifugiati*e sono dovuti*e restare per strada per giorni e giorni. Polizia e gruppi estremisti di destra hanno bloccato gli ingressi alla città. I*Le volontari*e che portavano cibo e acqua ai*lle fuggitivi*e sono stati*e fermati*e dalla polizia. Usando i gas lacrimogeni, la gente è stata finalmente costretta in un nuovo campo. Un campo recintato con filo spinato Nato e sorvegliato da polizia e militari. In tende instabili allestite in un vecchio sito militare e pericolosamente vicine all’acqua. Il terreno è contaminato da munizioni. Non dobbiamo permettere che le persone vengano trattate in questo modo. Mai! Mai più!

Da mesi ed anni le condizioni catastrofiche alle frontiere esterne europee sono note. Le organizzazioni per i diritti umani chiedono da tempo che si ponga fine alla politica di isolamento che mette a repentaglio la vita dell’Europa. La società civile svizzera (oltre 50’000 firme), 132 organizzazioni e diverse città e comuni hanno chiesto al Consiglio Federale, già in primavera, di evacuare immediatamente i campi greci. Ma invece di evacuare la popolazione, i*le collaboratori*trici del Corpo svizzero di aiuto umanitario contribuiscono alla costruzione del nuovo campo. La Svizzera investe il denaro delle tasse nella costruzione di un campo di internamento.

Il 10 ottobre 2020 alle ore 14:30 scenderemo in strada a Berna (Piazza Federale) e dimostreremo di non essere d’accordo. Chiediamo a gran voce al Consiglio Federale di accogliere subito i*le fuggitivi*e. Chiediamo una politica migratoria che protegga la dignità ed i diritti di tutte le persone. Abbiamo spazio più che sufficiente – abbiamo le risorse – ed abbiamo la responsabilità di agire ora! “Dillo forte, dillo chiaro – I*Le rifugiati*e sono i*le benvenuti*e qui”.


Contributi dei social media «scarica qui»

Chiamata in diverse lingue «hier»


Unterstützende Organisationen

Amnesty International, Verein Netzwerk Asyl Aargau, Autonome Schule Zürich, Be A Robin, Be Aware And Share, Black Lives Matter Switzerland, Eritreischer Medienbund, Europe Must Act, evakuierenJETZT, Forum Civique Européen, Freiplatzaktion Zürich, Freundeskreis Cornelius Koch, Grüne, Linke PoC, Migrant Solidarity Network #stoppisolation, netzwerk migrationscharta.ch, One Happy Family, Reformierte Kirchen Bern-Jura-Solothurn, Rota Migrant, Schweizerische Beobachtungsstelle für Asyl- und Ausländerrecht, Schweizerischer Friedensrat, Seebrücke Schweiz, Solidarité sans frontières, Solinetz.ch, Solinetz Region Basel, SP Schweiz, The Voice of Thousands, Verein Netzwerk